Perché cercareilvero.it

Ho deciso di aprire questo spazio online per un motivo molto semplice: contribuire ad analizzare quella parte dell’infomazione che, spesso e volentieri, non ci viene quotidianamente mostrata. All’interno di questo sito non vi troveranno sede esclusivamente mie riflessioni, ma sarà uno spazio aperto anche a contributi esterni. Questo non comporterà una mia automatica condivisione di tutto ciò che verrà pubblicato ma sono convinto che più riflessioni costruttive riusciremo a mettere a disposizione del pubblico e tanto più si potrà pensare di costruire una reale alternativa al pensiero unico dominante presente in Occidente nel periodo post 1989. Reputo la mancanza di riflessioni e di analisi approfondite come due delle principali cause di quel diffuso “deserto culturale” che oggi è più che mai presente nel nostro paese.

Scomodando Platone, mi verrebbe da dire che siamo come mai prima d’ora nel pieno del racconto del mito della caverna. Vi è la convinzione diffusa di vedere la realtà quando invece ciò che ci viene mostrato (e quindi che vediamo) non è altro che una rappresentazione distorta di quello che accade realmente. L’atteggiamento passivo di gran parte dell’opinione pubblica non può non essere paragonata a quelli che, per Platone, erano prigionieri incatenati.

Il vero è da cercare ma la conoscenza è da apprendere. Questo spazio web vuole contribuire, nel suo piccolo, a realizzare una reale alterntiva che vada oltre il “gestire meglio” l’attaule sistema.

D. B.