La Cina avanza verso l’Industria 4.0: KUKA è cinese

La Repubblica Popolare Cinese, se da un lato è consapevole di essere ancora indietro rispetto ai maggiori centri tecnologici mondiali per quanto riguarda la produzione affidata ai robot, dall’altra sta facendo passi da gigante per colmare questo gap. E infatti, di mese in mese, Pechino conquista quote di mercato, tecnologie e competenze per rendere la Cina numero uno anche in questo settore.

Il 19 maggio 2016 Il Sole 24 Ore riportava la notizia dell’offerta per il 30% di KUKA da parte di Midea Group. Angela Merkel, terrorizzata dal vedere bandiera rossa anche su quell’azienda, si scoprì protezionista. E, nello stesso momento in cui era a Pechino per invitare la Cina ad aprire di più il suo mercato alle aziende tedesche, premeva sugli azionisti di KUKA per non vendere le loro quote ai cinesi di Midea.

Nonostante le pressioni della cancelliera tedesca, su KUKA sventola oggi bandiera rossa: Midea Group si appresta a detenere quasi l’86% di KUKA [1][2]. Questo non solo rappresenta una sconfitta per Angela Merkel e un’importante vittoria per Pechino ma fa proseguire la Cina verso il ruolo di leader nel settore della robotica.

D.B.


[1] http://goo.gl/PbWzKm
[2] http://goo.gl/TcInFh